Prima di tutto, l’onestà

SPOILER: questo articolo rivela inquietanti verità su Lorenzo Gasparrini. Se non volete saperle, non leggete ulteriormente!

E’ giusto, amici e amiche che mi leggete a milioni, è giusto. Siamo in un periodo turbolento per quanto riguarda il panorama politico e addirittura tragico dal punto di vista economico e sociale. E’ giusto essere onesti e trasparenti con voi, perché altrimenti tutta la fiducia che mi tributate, così numerosi, rimarrebbe solo il risultato di uno sterile esercizio di ipocrisia, da parte mia.

Devo spiegarvi come faccio a guadagnare così tanto da permettermi di scrivervi, come sapete, da un panfilo ormeggiato nel porto della mia isola, nei tropici centroamericani; come faccio a guadagnare così tanto da permettermi la casa che vedete in foto; come faccio a pagare le centinaia di informatori che mi tengono aggiornato su ciò che fanno e dicono i brutti e cattivi maschioni sessisti in giro per il mondo.

silvertop

Non crederete mica che sia tutto volontariato, no? Non penserete mica che io tolga il tempo alla mia famiglia, ai miei svaghi, al mio lavoro – quello “vero”, o presunto tale – per fare l’antisessista? Non sarete mica così ingenui da pensare che io vada nelle scuole, nelle associazioni, a fare lezioni e seminari gratis?

Ho approfittato anche troppo della vostra buona fede. E’ giusto che voi sappiate tutto, soprattutto che sappiate da dove vengano i milioni che guadagno dalla mia quotidiana lotta antisessista. Quindi, ecco qui di seguito l’organigramma completo delle strutture che coordinano il mio lavoro di antisessista, e che mi permettono di guadagnare i milioni di cui, come certamente avrete notato in questi anni, modestamente non faccio parola.

Esiste un’organizzazione internazionale, la Federazione Internazionale dei Combattenti Antisessisti (F.I.C.A.) della quale sono membro, e che coordina sia le attività logistico-territoriali della Confederazione Eversiva Paritaria Popolare Antisessista (C.E.P.P.A.) che le proposte ideologico-filosofiche dell’ente per la Distruzione Esemplare del Maschio (ente D.E.M., o D.E.M. ente, se preferite). La struttura che finanzia tutte queste attività è la Federazione Unica dei Finanziatori di Fronti Antisessisti (F.U.F.F.A.), che riceve a sua volta i rapporti incrociati sulle attività sociali dei nostri nemici maschioni di concerto dalle varie Cellule Antisessiste Zerbini (C.A.Z.) e dalle singole Volontarie Antisessiste GInocratiche Nate Eviratrici (V.A.GI.N.E.).

Ecco, in sintesi, spiegata la mia strabiliante potenza economica. Lo so, tutto ciò mi mette in una posizione troppo superiore – politicamente, economicamente, socialmente – rispetto al nemico maschione che, onesto e indefesso lavoratore, dispone di poco tempo, ancor meno soldi, e quindi si limita a produrre siti fake, chiacchiere sui forum, trollaggi vari. Sta a voi, milioni di amici e amiche lettori e lettrici, guidicare della mia condotta.

Questa è l’onestà che vi dovevo.

One Reply to “Prima di tutto, l’onestà”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *